lunedì 28 febbraio 2011

Mercatino di Piazzola sul Brenta (PD), Domenica 27/02/2011

Ubicazione: 35016 Piazzola sul Brenta PD, Italia
Il mercatino di Piazzola è il paradiso dell'appassionato di antiquariato (se questi ha il portafoglio gonfio, altrimenti diventa l'inferno): a partire dalla piazza di fronte alla cinquecentesca Villa Contarini tutto il centro della cittadina si colora di banchi e tendoni, invasivi fino al punto di riempire un capannone dell'ex-jutificio Camerini.
La mia visita a questa edizione è stata "accompagnata" dalla mia ragazza (Giada, che ha miseramente fallito il tentativo di trattenermi dallo spendere troppo), una coppia di cari amici (ciao Marco! ciao Silvia!) e i miei genitori (alla ricerca di un mortaio di bronzo).

Villa Contarini e la piazza, da Wikipedia

Come si è presentato il mercatino?
Sorprendentemente florido, nonostante le previsioni meteorologiche poco rassicuranti (era prevista neve mista a piogga fin dal mattino, e per tutta la giornata): a parte qualche defezione nella piazza centrale (soprattutto da parte di venditori di mobilia) la maggior parte dei "mercanti" si è presentata, armata di tendone e speranze. In effetti il cielo plumbeo ha cominciato a lasciar cadere le prime goccie solo dopo le 15, e a quel punto è iniziato un fuggi-fuggi di tutti quelli che non si sono organizzati con protezioni impermeabili per la mercanzia.

Che si vendeva?
In questo mercatino si trova quasi di tutto: la prima "bancarella" che ho avvistato mentre ero ancora in automobile vendeva biciclette, motociclette d'epoca e anche una vecchia auto di lusso (chissà a che prezzo... magari si sarebbe accontentato di 50€, heh)! L'elenco di articoli potrebbe continuare ancora a lungo: zappe, macine, mobili, palline di natale, libri  antichi (tanti, tanti, tanti e belli!), giochi, fumetti, bicchieri, stoviglie, elmetti, copri lampada...
Straordinariamente il materiale informatico era quasi del tutto assente (c'erano solo un paio di banchetti con giochi per PS2 poco interessanti).


Il bottino!
 Sono molto soddisfatto degli acquisti, Giada un po' meno: verso la fine della giornata ha cominciato a trascinarmi via dalle bancarelle (in sua difesa va detto che sarei capace di spendere in libri i soldi per mangiare!).
  • Storia del Trecento, di M. Visconti, Editore sconosciuto in Napoli, 1835, 2 vol in uno
  • Lirici antichi, serj e giocosi, fino al secolo XVI, autori multipli, presso Antonio Zatta, 1784
  • Supplemento al compendio historico del Signor D. Marc' Antonio Guarini Ferrarese, di A. Borsetti, presso Giulio Bolzoni Giglio, 1670
  • Ivanhoe ossia il ritorno del crociato, di W. Scott, Fratelli Simonetti, 1869
  • Lucrezia Borgia, di F. Gregorovius, Salerno Editrice, 199?
  • Il Maestro e Margherita, di M. Bulgakov, Euroclub, 1978
  • I Misteri di Parigi, di Eugenio Sue (sic), presso Enrico Politti, 1868, 2 vol
  • I viaggi di Gulliver, di J. Swift, C.D.C., 1985
  • Ventimila leghe sotto i mari, di G. Verne, C.D.C, 1985
  • Costanza vince Ignoranza, ossia la conquista del sapere malgrado gli ostacoli, di G. L. Craik (traduzione e adattamento di P. Rotondi), G. Barbera editore, 1882
  • Grandi speranze, di Carlo Dickens (sic!!), Garzanti, 1947
  • Il giardino dei leoni, di R. Baumgart, Mondadori, 1963
  • La buona terra, di P. S. Buck, Mondadori, 1951
  • Il grande Pescatore, di L. C. Douglas, Mondadori, 1951
  • Meditazioni del ven. padre Ludovico da Ponte, di L. da Ponte (trad. di G. C. Braccini), presso Giacinto Marietti, 1852, 2 vol in uno

Per i curiosi…